Torna a www.bahai.com

1- 800 - 22 - UNITE

Per maggiori informazioni sulla Fede Bahá'í negli USA

Benvenuto a I BAHÁ'Í -- rivista ospitata da www.bahai.com

Profilo della Fede Bahá'í e della sua Comunità Mondiale

Precedente Home Prossimo


About :

La Rivista I Bahá'í


Home :
Rivista Copertina

Sommario : Sommario
bullet.gif (837 bytes) I Bahá'í
bullet.gif (837 bytes) Unità nella Diversità
bullet.gif (837 bytes) Bahá'u'lláh
bullet1.gif (837 bytes) Insegnamenti Morali
e Sociali
bullet1.gif (837 bytes) II Credo Spirituale
della Fede Bahá'í
bullet1.gif (837 bytes) Un Sistema di
Amministrazione
Mondiale
bullet1.gif (837 bytes) Un Secolo di Crescita
ed Espansione
bullet1.gif (837 bytes) Nuove Soluzioni per
Vecchi Problemi
bullet1.gif (837 bytes) Verso un Nuovo
Ordine Mondiale

I Bahá'í
INTRODUZIONE AD UNA COMUNITÀ MONDIALE

Fondata un secolo e mezzo fa, la Fede Bahá'í è oggi tra le religioni mondiali in più rapido sviluppo. Con più di cinque milioni di seguaci in almeno 233 paesi e territori, è già divenuta la seconda fede maggiormente diffusa, superando, in ordine geografico, tutte le altre eccetto il Cristianesimo. I bahá'í risiedono in più di 120.000 località del globo, espansione che riflette la loro dedizione all'ideale della cittadinanza mondiale.

Il principale scopo della Fede Bahá'í è rispecchiato nella composizione della sua comunità. Rappresentando uno spaccato dell'umanità, i bahá'í provengono praticamente da ogni nazione, gruppo etnico, cultura. Professione, classe sociale ed economica. Vi sono rappresentati più di 2100 diversi gruppi etnici e tribali.

Poiché inoltre forma una singola comunità, libera da scismi e fazioni, essa comprende probabilmente il gruppo organizzato più differenziato e diffuso del modo.

lI Fondatore della Fede fu Bahá'u'lláh, un nobile persiano di Teheran, che verso la metà del diciannovesimo secolo lasciò un'esistenza principesca, comoda e sicura per una vita di persecuzioni e privazioni.

Egli proclamò d'essere un nuovo e indipendente Messaggero di Dio. La Sua vita, le Sue opere e la Sua influenza sono pari a quelle di Abramo, Krishna, Mosè, Zoroastro, Buddha, Cristo e Muhammad. I bahá'í Lo considerano, nella successione dei Messaggeri Divini, il più recente.

"Questo è il Giorno in cui i più eccellenti favori di Dio sono stati profusi sugli uomini, il Giorno in cui la Sua più potente grazia è stata infusa in tutte le cose create." --Bahá'u'lláh

Il messaggio essenziale di Bahá'u'lláh è quello dell'unità. Insegnò che c'è un solo Dio, che c'è un solo genere umano, e che tutte le religioni sono state stadi nella rivelazione della volontà e degli scopi di Dio per l'umanità. In questo giorno, disse, l'umanità è giunta collettivamente alla maturità. Come predetto in tutte le Scritture nel mondo, è arrivato il momento di unire tutti i popoli in una società globale pacifica ed integrata. "La terra è un solo paese e l'umanità i suoi cittadini".

La più giovane delle religioni indipendenti, la Fede fondata da Bahá'u'lláh si differenzia dalle altre in vari modi. Ha un unico sistema di amministrazione globale con consigli governativi liberamente eletti in più di 18.000 località.

Affronta in modo diverso (e a volte radicale) i problemi sociali contemporanei. Le Scritture della Fede e le multiformi attività dei suoi membri affrontano in pratica ogni importante visione del mondo odierno, dalla nuova concezione della diversità culturale e dalla conservazione dell'ambiente alla decentralizzazione delle decisioni, da un rinnovato impegno nella vita familiare e per una morale nuova all'appello per un "Nuovo Ordine Mondiale".

La dote che la contraddistingue è comunque la sua unità. Diversamente dalle altre religioni - per non parlare della maggior parte dei movimenti sociali e politici - la Fede Bahá'í ha resistito con successo al ricorrente impulso di frazionarsi in sette e gruppuscoli. Ha mantenuto la sua unità a dispetto di una storia turbolenta quanto quella di ogni altra religione dell'antichità.

Nel secolo successivo a quello in cui visse Bahá'u'lláh, il processo di unificazione globale ch'Egli aveva proclamato è andato progredendo. Attraverso processi storici, le tradizionali barriere di razza, classe, credo e nazione sono state stabilmente abbattute. Predisse che gli impulsi in atto avrebbero fatto nascere una civiltà universale. La principale sfida che i popoli del mondo devono affrontare è quella d'accettare il fatto della loro unicità e di collaborare per la creazione di questo nuovo mondo.

"La vitalità della fede dell'uomo in Dio sta morendo in ogni luogo; nulla all'infuroi del Suo salutare rimedio potrà mai risveglirala."  --Bahá'u'lláh

Una società globale per poter fiorire, dice Bahá'u'lláh, deve basarsi su certi principi fondamentali. Essi includono: l'eliminazione di tutte le forme di pregiudizio; piena parità tra i sessi; riconoscimento della unicità essenziale delle grandi religioni mondiali; eliminazione degli estremi di povertà e ricchezza; istruzione universale; armonia tra religione e scienza: equilibrio sostenibile tra natura e tecnologia, e lo stabilirsi di un sistema federativo mondiale, basato sulla sicurezza collettiva e l'unicità del genere umano.

I bahá'í del mondo esprimono il loro impegno in questi principi soprattutto nella trasformazione individuale e collettiva. Tra i diversi modi, l'impegno si riflette in un gran numero di piccoli progetti rurali di sviluppo economico e sociale che le comunità bahá'í hanno lanciato in questi ultimi anni.

Costruendo una rete unificata di consigli locali, nazionali ed internazionali, i seguaci di Bahá'u'lláh hanno creato una comunità mondiale diversa e proiettata in avanti - segnata da un preciso stile di vita e di attività - che offre un incoraggiante modello per la cooperazione, l'armonia e l'azione sociale. In un mondo preso da mille ideali, questo è di per sé un traguardo singolare.

Questo opuscolo cerca di raccontare questa storia.

Pagine prossime:


" Tratto da I Bahá'í, una pubblicazione della Casa Editrice Bahá'í "


Precedente  |  Su  |  Prossimo

Sito mirror della rivista I Bahá'í


Il 29 maggio 1992, i Bahá'í di più di 170 paesi parteciparono ad una cerimonia a lume di candela presso la Tomba di Bahá'u'lláh per commemorare il centesimo anniversario del Suo trapasso. La Tomba di Bahá'u'lláh è vicino ad Akka in Israele.

I Bahá'í hanno costruito un reticolo mondiale di consigli governanti a livello locale, regionale e nazionale. La foto mostra la prima Assemblea Spirituale Locale di Bratislava, Slovacchia, eletta nel 1991.

L'impegno verso la giustizia sociale è semplificato dai più di 1300 progetti di sviluppo sociale ed economico attualmente messi in atto dalle comunità bahá'í nel mondo. Molti di questi progetti sono diretti alla conservazione dell'ambiente. La foto mostra il progetto intrapreso dagli studenti della Scuola Bahá'í Rabbani  presso Gwalior in India, per la piantagione di alberi.


 

 

 

 

© Dal 1997 www.bahai.com

Grazie per la vísita